Gli anni che seguirono : 1950 – 1976

Benché   abbia scelto di ritirarsi a vita privata a partire dagli anni ’50,  nostro padre rimase fedele a se stesso ed ai suoi ideali per tutta la vita. 

A distanza di tanti anni, Luciano ed io  possiamo ben dire che Dino non interruppe mai i rapporti con coloro con i quali, negli anni bui del nazi- fascismo aveva condiviso esperienze e speranze.

Giuseppe Corsini, Vasco Iozzelli, Dino Fabbri, Italo Carobbi, Francesco Toni  erano tutti personaggi che, in un modo o nell’altro, hanno fatto parte integrante della vita di nostro padre e della nostra famiglia.

Gli amici ed i compagni di un tempo lo ricordarono a lungo e gli furono sempre grati per il suo appoggio e  la sua opera: primo fra tutti Francesco Toni che nel 1976, al momento di lasciare   Pistoia e la carica di Sindaco per Roma e la Camera dei Deputati della Repubblica, gli inviò questa lettera affettuosa;

Nello stesso anno il Sindaco di Pistoia, Renzo Bardelli, nel giorno del  79° compleanno di Dino e a pochi mesi dalla sua morte,  volle rendergli questo graditissimo omaggio manoscritto:

lettera-sindaco-bardelli

lettera-sindaco-bardelli-retro
Lettera Renzo Bardelli a Dino per il suo 79° compleanno – Archivio Niccolai

Nel 2010 Armando Carobbi, Presidente dell’ANPI  Comitato Provinciale di Pistoia, di Dino tratteggiò questo breve ritratto:

lettera Carobbi003
Lettera Armando Carobbi del 16.01.2010 – Archivio Niccolai

dino-anni-70003

Nostro padre si spense a causa di un ictus cerebrale il  14 dicembre 1976.

Annunci